Ti trovi qui

MANDALA

Viaggio al centro del mandala (terza parte)

AdobeStock_83453848

Articolo pubblicato il 3 settembre 2019

Come già anticipato nell’articolo della scorsa settimana, oggi accenneremo alcuni “stili”, si perché all’interno di un mandala le figure che lo compongono possono essere molteplici e tutte hanno un significato.

Il Mandala e la Geometria Sacra
Se vi capita di osservare un mandala che al suo interno vede la sovrapposizione di tante figure geometriche – triangoli, quadrati o anche figure più complesse – allora vi state trovando davanti alla Geometria Sacra, meglio definita come lo studio del rapporto tra i numeri e lo spazio. Un esempio tra tutti: Il Fiore della Vita, che rappresenta la matrice della creazione del Tutto, un simbolo antichissimo trovato in tutto il mondo.

Colorful figure-prayer painted around the front door. Rangoli. India
Colorful figure-prayer painted around the front door. Rangoli. India

L’utilizzo della farina di riso
Si chiama invece Rangoli lo stile di mandala che le donne indiane realizzano da secoli con la farina di riso. Questo mandala generalmente viene creato davanti all’entrata delle case – durante le celebrazioni per il Diwali, l’Onam e il Pongal – come buon augurio per gli ospiti e per tenere lontani gli spiriti maligni. La posizione del Rangoli sull’entrata della casa è stata anche fonte di studio da parte di un gruppo di neuro-scienziati, i quali hanno ritenuto che gli effetti prodotti dalle sue forme rientrano nel campo della Cimatica, poiché questo mandala stimola il cervello a generare vibrazioni e induce l’osservatore – quindi colui che visiterà la casa – verso la calma e la tranquillità.

AdobeStock_82381122Scarabocchio o Mandala?
Vi sarà capitato spesso di essere al telefono e iniziare a disegnare sul foglio linee, cerchietti, ghirigori, ebbene questa tecnica in realtà ha un nome: Zentangle. La definizione è stata inventata da due americani e prevede delle regole, realizzazione in quadrati di 8,5 cm per lato e categoricamente disegni in bianco e nero. Nel tempo però i creativi non sempre hanno tenuto conto delle regole e allora sul web potete trovare lo stile Zentangle di dimensioni diverse, con l’aggiunta di colori e anche una fusione che ha portato alla coniatura di un nuovo termine: Zendala, ossia lo Zentangle racchiuso in un cerchio. I benefici? Secondo alcuni esperti aiuta lo sviluppo della creatività.

Fonti:

Home


http://www.mandalaweb.info
http://www.stampareblog.it

BlogPositivo di Paolo Babaglioni: Sviluppo Personale, Crescita Finanziaria, Salute e Benessere

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedInEmail this to someone

© [UNICO] people&style 2019


Lasciaci un commento