CORPO

Tossicosi

Cos'è

Articolo pubblicato il 11 Novembre 2019

Lo stato di benessere di una persona dipende in gran parte da quante tossine sono accumulate nel suo organismo ed in modo particolare nella linfa, nel sangue e nel sistema nervoso.

Ecological head versus pollution head
Un affaticamento, di carattere mentale o fisico, riduce l’energia vitale al punto in cui l’organismo non riesce più ad eliminare le tossine (rifiuti organici) che si sono accumulate nel sangue, nella linfa, nel liquido extracellulare e nel liquido intracellulare.

Un accumulo di tossine nel sangue genera una tossicosi chiamata “tossiemia“, invece se avviene a carico della linfa si ha una “tossilinfemia”.
Un sovraccarico alimentare, associato ad una ipofunzione emuntoriale, produce una formazione e stasi di tossine, provocando uno stato di intossicazione così da indurre un rallentamento delle funzioni dell’apparato digerente e sviluppando fermentazione intestinale con intossicazione.

Per tossine si intendono sia i prodotti di rifiuto che si formano nei processi metabolici dell’organismo, che potremmo chiamare tossine endogene; sia batteri, virus, tossine alimentari, fattori di inquinamento ambientale, molecole farmacologiche, ossia tossine esogene, che attaccano di continuo il nostro sistema psicosoma.

Potremmo allargare il concetto anche alle “tossine psichiche“: i pensieri negativi, le emozioni distruttive che inducono la produzione dei mediatori chimici dello stress, che portano l’organismo verso uno stato di logoramento accelerato, portando al distress.
Si definiscono sovraccarichi gli scarti metabolici che vengono riversati nel sangue e nella linfa, e sono di due tipi: mucosi, sostanze di natura colloidale o colle e acidosi ovvero sostanze cristalloidi.

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedInEmail this to someone

© [UNICO] people&style 2019