Raccontare Fossano

Raccontare Fossano

Il libro, edito da Fusta Editore, rientra nella collana “Storia di territori, donne & uomini“, di cui fanno parte titoli già noti, come “I colori delle stagioni in Langa” e “Saluzzo mi piace“. Attraverso una narrazione articolata, assimilabile a quella di un viaggio, il volume presenta Fossano sotto molteplici aspetti. Le centosessanta pagine raccolgono un ricco panorama di spunti, capaci di incuriosire e interessare in ugual modo chi Fossano la vive tutte i giorni e chi visita la città per la prima volta. L’opera è declinata al femminile, grazie alle…

Confindustria, vini e distillati. Sartirano al vertice

Confindustria, vini e distillati. Sartirano al vertice

Paolo Sartirano è il nuovo presidente della sezione “Vini, liquori e distillerie” di Confindustria Cuneo, di cui fanno parte una quarantina tra le più rappresentative aziende del settore nel territorio provinciale. Eletto dal Consiglio direttivo di cui già faceva parte, Sartirano è titolare con il cugino della Sartirano Figli Cantine e Vigneti, storica azienda di Novello. “Vorrei portare avanti questa presidenza sul solco già tracciato dal mio predecessore – ha commentato Paolo Sartirano. – La valorizzazione del territorio, infatti, comincia da quella delle sue imprese. Altrettanto importante sarà proseguire nel dialogo sul campo con le altre associazioni di categoria, soprattutto agricole, perché solo…

Il bello è il buono

Il bello è il buono

Il paesaggio periurbano, urbano e agricolo è un bene fragile, ma capace di nutrire l’animo e il corpo dell’uomo. Il 20 novembre, presso l’Antico Palazzo Comunale a Saluzzo (ore 18,00), un grande paesaggista molto legato alla dimensione del giardino, Paolo Pejrone, dialoga con un attivista gastronomo che ha ridato dignità di considerazione all’orto, Carlo Petrini, con l’obbiettivo di scoprire le strade che uniscano coloro che amano il territorio italiano nel segno di una sua tutela attiva. L’incontro introduce il progetto “Saluzzo, città storica e di paesaggio”, con cui la città…

Enrico Crippa: cuore e ragione

Enrico Crippa: cuore e ragione

Ore 11,00: al n. 4 di Piazza Risorgimento nel cuore di Alba, è un brulicare di attività, in attesa delle ore più frenetiche. Attorno, design minimalista e rigoroso, senza distrazione, ma l’anticamera è breve. Incedere rapido ma impercettibile, divisa “d’ordinanza” completa di parannanza e sguardo acuto, fiero, ma circospettivo. Eccolo, uno degli chef entrati nel gotha mondiale della “tripletta” e che ha regalato al nostro Paese uno degli otto tris italiani di stelle Michelin. Enrico Crippa, brianzolo di origine, è personaggio abituato ai media, eppure da subito si intuisce quell’umiltà…