Palle… da golf

Palle… da golf

Il piccolo corpo bianco corre rallentando progressivamente sull’erba rasata, come di velluto, e vicino alla meta, la buca, si ferma a circa un centimetro. Vedere la delusione dell’uomo che ha effettuato il colpo è un caleidoscopio di emozioni: rabbia, stupore, delusione, frustrazione. Però, per me, la piccola sfera bianca (ma ci sono anche mie sorelle azzurre, gialle, arancioni, rosse, persino rosa o violetto e di un madreperlato molto trendy), è anche una piccola soddisfazione. Perché sono alquanto dispettosa e ne ho ben ragione, visto che mi trattano malissimo, colpendomi con inusitata violenza per farmi volare lontano e dove vogliono loro. Loro chi? I giocatori. E io…