La Torino di Gipo, mio padre

La Torino di Gipo, mio padre

“Sono un patriota: della settima Circoscrizione Città di Torino, nato in barriera, cresciuto e rimasto tale. (…) Viaggi, cultura, esperienze accumulate (tante) non hanno minimamente intaccato la corteccia di ribelle anarcoide, un po’ guascone, un po’ romantico che fascia il tronco di tutti quelli che sono nati e cresciuti in mezzo ai temporali. Io sono uno di quelli. (…) Amo scrivere e cantare di loro: personaggi veri o immaginari di quelle barriere. (…) Sempre loro, sempre barrieranti. Il sangue non mente.” Sono parole tratte dall’introduzione di Frammenti di Barriera, il libro in cui Gipo Farassino racconta la sua anima più vera. Da qui,…

Distinguersi senza far rumore

Distinguersi senza far rumore

Il dialetto langarolo, come il Piemontese, ha una caratteristica: non contempla i superlativi né il passato remoto. In queste terre c’è sempre chi ti ripete esageroma nen (“non esageriamo”), ricordandoti di adottare sempre un basso profilo, nonostante tutto. Negare il passato remoto, invece, è un po’ come vivere sempre nel presente. Un presente che da pochi giorni è entrato a far parte della World Heritage List dell’UNESCO, il patrimonio artistico e ambientale dell’umanità, integrando una lista che comprende altri 49 siti in Italia. Un territorio, questo, considerato fino a 60…