La prima moka non si scorda mai

La prima moka non si scorda mai

Nella notte fra il 10 e l’11 febbraio scorsi, si è spento ad Ascona, in Svizzera, Renato Bialetti, figlio di Alfonso, l’inventore della celebre moka. Con la sua scomparsa è terminato un periodo, durato più di un secolo, che ha legato fortemente il Piemonte al caffè. Non solo per quel che riguarda la fase produttiva del prezioso chicco (come non citare la Lavazza, con sede a Torino, leader del mercato italiano), ma anche in relazione agli aspetti più tecnici legati alle preparazione. In parole povere, la costruzione delle macchine per fare il caffè. Verso la fine del XIX secolo, infatti,…