Ti racconto il Castello… di sera!

Ti racconto il Castello… di sera!

Proseguono gli appuntamenti nei beni del FAI – Fondo Ambiente Italiano in Piemonte con le Sere FAI d’Estate, la grande festa dei beni della Fondazione che quest’anno, per la seconda edizione, coinvolge 16 proprietà aperte straordinariamente in notturna. Oltre 60 gli appuntamenti che fino al 2 luglio 2017 consentiranno ai visitatori di scoprire i luoghi d’arte e natura del FAI in via eccezionale dal tramonto a mezzanotte. Tra questi il Castello della Manta (CN). Novità di questa edizione sono i concerti e le performance musicali a cura degli studenti di…

Sere FAI d’estate

Sere FAI d’estate

Alla corte del gran gusto. Il FAI – Fondo Ambiente Italiano festeggia l’arrivo dell’estate con l’apertura serale di 5 luoghi ricchi di fascino e storia sparsi per l’Italia. Nel cuneese sarà possibile visitare il Castello della Manta: una grande rievocazione storica partirà dal piccolo borgo di Manta fino al giardino del Castello, dove ci saranno un sontuoso banchetto, giochi popolari, concerto di Pier Cortese e la sua band e ballerini in abiti d’epoca che si esibiranno in danze storiche medievali e rinascimentali. Uno spettacolo di danza aerea, accompagnato dalla luce…

l’arte del collezionismo

l’arte del collezionismo

Oggi Ospedaletti è una graziosa località balneare della Riviera di Ponente che conserva le vestigia di un passato ricco di storie, vicende e avvenimenti, legati soprattutto alla geografia del turismo internazionale che – complice anche il clima particolarmente mite nella stagione invernale – durante il corso del XIX secolo avrebbe trasformato questo luogo in una delle mete preferite della borghesia mitteleuropea. Sorsero così lungo la Via Aurelia i grandi e lussuosi alberghi attrezzati per la ricettività di una clientela elitaria colta e sofisticata e venne addirittura fondato il primo casinò d’Italia, inaugurato nel 1883 e oggi purtroppo relegato in uno stato di preoccupante e…

Danze al castello

Danze al castello

  La visita del Castello si fa unica grazie a musiche e costumi di un tempo che fanno rivivere atmosfere antiche. Un pomeriggio all’insegna della danza quattrocentesca e cinquecentesca all’interno delle splendide sale del Castello per rievocare la vita festosa del maniero. Qualche passo di danza per tutti coloro che vorranno cimentarsi con in giro di ballo. Assaggi di prodotti tipici delle aziende di eccellenza della rete Paesi e Paesaggi – Bel Andè, Bel Anar. www.fondoambiente.it

FAI Golf Cup 2014, in buca con il FAI per l’arte e la natura italiana

FAI Golf Cup 2014, in buca con il FAI per l’arte e la natura italiana

La FAI Golf Cup è un’iniziativa nata nel 2003 nelle delegazioni FAI della Lombardia, come evento di raccolta fondi in favore delle attività della Fondazione. Giunto alla sua XI edizione, il torneo contribuisce a sostenere il FAI in modo concreto. Negli anni, ha coinvolto i principali golf club italiani e visto la partecipazione di migliaia di appassionati e professionisti, da Nord a Sud. Inoltre, sono decine le delegazioni FAI che hanno collaborato alla realizzazione del torneo e centinaia i volontari che hanno offerto il proprio aiuto per la buona riuscita…

Col progetto Panarea “fai” del bene

Col progetto Panarea “fai” del bene

Pensando al FAI, il Fondo Ambiente Italiano, vengono in mente edifici storici, parchi e regge. Oppure, l’iniziativa I luoghi del cuore, grazie alla quale il FAI ha individuato una vera e propria mappa dei luoghi amati dagli italiani ed è intervenuto per tutelarli e preservarli. Quel che, invece, colpevolmente ignoravamo è un progetto che la delegazione di Torino ha inaugurato nel 2011 e che vede protagonisti i giovani del FAI insieme all’isola di Panarea. Paola Motta Romagnoli, capo delegazione FAI di Torino, è la principale responsabile di tale iniziativa, nata,…

Giornate FAI di primavera

Giornate FAI di primavera

Conoscere da vicino le nostre città, ritrovarne i segreti e i tesori d’arte, sentirsi parte della cultura del Paese. Le Giornate FAI di Primavera sono un appuntamento a cui centinaia di migliaia di italiani non vogliono rinunciare, perché sono l’occasione per scoprire, con un contributo libero, chiese, palazzi, aree archeologiche, ville, borghi e giardini,di norma inaccessibili, ma aperti per l’occasione, oppure tutti quei siti del nostro patrimonio culturale che, diversamente, non si ha il tempo di visitare. Un modo per arricchire se stessi, ma anche per contribuire alla tutela dei…