Da cenerentola a pop star

Da cenerentola a pop star

Siamo talmente abituati a vederla, acquistarla e consumarla sotto forma di bastoncino fritto o di chip croccante e salata, che molti dei nostri bambini, oggi, non sono più in grado di riconoscerla “in natura”, nella sua comune forma ovoidale, bitorzoluta e forse un po’ anonima. Un consumo, quello dei prodotti semilavorati e dei trasformati, che ha cambiato la percezione del cibo nell’immaginario collettivo delle nuove generazioni, a livello planetario. Eppure, tra i frutti della terra, la patata è forse la più umile, semplice, antica e, allo stesso tempo, versatile. Ricca…

Virginio, innovatore ante litteram

Virginio, innovatore ante litteram

Con queste poche righe, vorremmo raccontare la storia di un personaggio dal notevole valore umano e scientifico, rimasto tuttavia misconosciuto. Ancora oggi, infatti, nonostante siano molte le piazze e le vie a lui intitolate in varie città del Piemonte, ben pochi sanno chi fu e di cosa si occupò l’avvocato-agronomo Vincenzo Virginio, il cui nome viene spesso travisato, anche dai correttori automatici, con quello del sommo poeta latino Virgilio. Nato a Cuneo il 12 aprile del 1752, figlio di Enrico, procuratore del re presso il tribunale, già nel 1772 si…

Tornare a sporcarsi le mani

Tornare a sporcarsi le mani

Con la primavera che incombe, al termine di un inverno che non si ricordava così mite dal 2007, tornano prepotenti pensieri di verde, che impreziosisca le nostre case rinnovandone il giardino o colori gli spazi che possiamo arredare con la natura, siano essi quelli di un balcone o di un semplice davanzale. MODELLO VIRTUOSO DI SOSTENIBILITÀ Da alcuni anni, però, l’attenzione ciclica per le piante e la loro bellezza capace di ristorare il corpo e lo spirito ha visto gradualmente aumentare l’importanza per quelle che, oltre a dare piacere a…

Montagna e controlli agricoli: fondi a servizio della regione

Montagna e controlli agricoli: fondi a servizio della regione

Come proposto dall’assessore Gian Luca Vignale, sono state definite le modalità di utilizzo della quota di 3.240.000 euro del Fondo nazionale per la montagna di competenza della Regione e disponibile sul bilancio 2013: 1.000.000 come risorse integrative alle Comunità montane per garantire il mantenimento degli equilibri di bilancio; 1.000.000 per migliorare i servizi resi alle popolazioni montane, con particolare riguardo ai progetti di tele-insegnamento che saranno attuati dai Comuni nell’ambito dell’accordo di programma tra Regione, ministero dell’Istruzione e Ufficio scolastico regionale per lo sviluppo del piano nazionale sulla scuola digitale;…