Ti trovi qui

[UNICO] Wellness

Riscoprire antiche discipline

YOGA, SHIATSU, TAI-CHI, MEDITAZIONE, HO’OPONOPONO… LE “NUOVE” TECNICHE CHE AIUTANO A RITROVARE LA PACE INTERIORE.

38 benessere.pdf - Adobe Reader

Articolo pubblicato il 31 marzo 2016

Conciliare il benessere del corpo con quello della mente. In fondo è questo l’obiettivo che noi tutti perseguiamo, a fatica, nella vita di tutti i giorni. In nostro aiuto arrivano le cosiddette “discipline olistiche”, pratiche spesso millenarie, che stimolano nella persona processi in grado di apportare benefici al fisico, ma anche a spirito, mente e anima: dall’ayurveda allo yoga, dallo shiatsu al tai-chi, dallo zen alla meditazione, solo per citarne alcune delle più diffuse. Sono, infatti, moltissime le pratiche che mirano ad aumentare la consapevolezza del nostro “io”, per favorire l’energia positiva.

UNA DISCIPLINA, O MEGLIO, UNA FILOSOFIA DI VITA

38 benessere.pdf - Adobe ReaderLo yoga è una disciplina orientale che abbraccia il benessere del fisico e quello della mente trasformandosi, per chi lo pratica con costanza, in una filosofia di vita, più che in un semplice esercizio. Nato in India, lo yoga si basa sull’assunzione di determinate posizioni, dette asana, che devono essere mantenute con il controllo del respiro e della mente, attraverso la liberazione da ogni pensiero negativo. Ne esistono numerose varianti, alcune più classiche, altre più moderne che abbinano alla disciplina pura l’esecuzione di esercizi della ginnastica moderna.

DOVE E COME
38 benessere.pdf - Adobe ReaderApprofittando della primavera e della bella stagione, la scelta migliore è praticare queste discipline all’aperto, a contatto con la natura, a piedi nudi sull’erba per catturare fino in fondo l’essenza dello yoga, e riconnettersi con il mondo che ci circonda. Non a caso, una delle pratiche più conosciute al mondo è quella del “saluto al sole”: una serie di armoniose posizioni che interessa tutti i muscoli del corpo, perfetta per fare il pieno di energia e iniziare bene la giornata, con benefici sia sul piano fisico sia su quello mentale.

SOLO PER GRANDI?
yoga-bambiniSi tratta di discipline “senza limiti di età” e particolari controindicazioni; inoltre, una volta metabolizzate, possono essere praticate dappertutto e richiedono pochi minuti di concentrazione per vedere già i primi effetti positivi: tre o quattro ripetizioni al giorno, infatti, possono già cambiare la prospettiva della vostra giornata, ovviamente in meglio.
Ma non sono nemmeno un’esclusiva degli adulti, anzi lo yoga può essere particolarmente indicato per i più piccoli: esistono infatti corsi dedicati ai bambini, a partire dai 3-4 anni, con benefici evidenti sulla loro psiche. Lo yoga aiuta i bambini a stare insieme agli altri, nel rispetto reciproco, imparando a concentrarsi su una cosa sola alla volta. Praticando un asana, ossia una delle posizioni dello yoga, il piccolo deve imparare a direzionare le sue energie su un unico obiettivo, senza distrazioni, e potrà così essere più sereno e concentrato anche nello studio. Non a caso, in alcuni Paesi, yoga e meditazioni sono addirittura parte dei programmi scolastici. I bambini inoltre, con il tempo, imparano a prendersi una piccola pausa dalla loro frenesia quotidiana, sperimentando la calma, sia a livello fisico sia mentale. In molti casi, l’approccio a questo tipo di disciplina è simile a un gioco che li accompagna alla scoperta di un mondo interiore, andando a colmare quel down creativo dovuto dall’eccesso di stimoli virtuali (videogiochi, TV, smartphone).

BENESSERE PER LA TERZA ETÀ
38 benessere.pdf - Adobe ReaderUna danza lenta, silenziosa e armoniosa. Una serie di movimenti circolari, a corpo libero, da effettuare con estrema lentezza, per dare beneficio ai muscoli, alla circolazione, alla respirazione e, ovviamente, all’umore. Alcuni studi dimostrano che l’antica pratica cinese del tai-chi, proprio per le sue modalità e per gli effetti positivi che ha su alcuni aspetti invalidanti negli anziani, possa portare miglioramenti evidenti nella salute degli over 60, anche con un’interessante azione anti-depressiva. Inoltre, la pratica del tai-chi favorisce il senso dell’equilibrio, prevenendo così le cadute, purtroppo molto frequenti negli anziani.

PREVENIRE È MEGLIO CHE CURARE
Lo shiatsu è molto più di un semplice massaggio. L’antica pratica giapponese, basata sulla pressione sapiente delle mani in determinate parti del corpo per donare relax e allo stesso tempo ricaricare di energia il fisico, nasce per prevenire: più si aumenta la consapevolezza del proprio corpo, infatti, più accresce la conoscenza dei propri sintomi. Ma un trattamento shiatsu coinvolge anche la mente, lo spirito e la “sfera energetica”: la pressione delle dita, infatti, ha l’obiettivo di stimolare alcuni punti vitali. Chiunque può sottoporsi a un massaggio shiatsu, perché l’obiettivo è aumentare l’equilibrio fisico ed energetico, qualsiasi sia il punto di partenza.

DEPURARE LO SPIRITO
38 benessere.pdf - Adobe ReaderHo’ oponopono è una tecnica hawaiana di pulizia spirituale, mentale e fisica. Permette di ripulire le memorie, i ricordi dai pensieri negativi (rabbia, paura, risentimento, odio, attaccamento e giudizio del passato), lasciandoli andare, per ritornare alla vera essenza. Quando si arriva alla consapevolezza di essere responsabili al 100% (non colpevoli) delle persone e delle situazioni che si attraggono nella propria vita si raggiunge la vera gioia, si ristabilisce lo stato originale di “purezza di cuore”. Una tecnica antica, praticata da bambini e adulti, senza limite di età, per imparare ad amarsi e ad accettarsi.

QUINDI, QUALE TECNICA SCEGLIERE?
38 benessere.pdf - Adobe Reader
Il mondo delle terapie olistiche è vasto, ricco di varianti e annovera anche molte pratiche poco conosciute. Proprio per questo, spesso non è facile scegliere o essere indirizzati verso la disciplina più adatta alle nostre esigenze.
Quindi, quale scegliere? Nella maggior parte dei casi ci si avvicina a una di queste quasi per caso, leggendo un volantino, ascoltando il consiglio di un’amica o seguendo l’esempio della star vista in TV che già la pratica, oppure ancora, entrando in contatto con un operatore del settore. Il consiglio è tanto semplice quanto efficace: lasciarsi andare.
Sarà praticando una di queste discipline che si capirà profondamente il bisogno e la causa che hanno portato a quella scelta e, a quel punto, la conoscenza aiuterà a comprendere quale strada intraprendere.

© [UNICO] people&style 2016

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedInEmail this to someone

© [UNICO] people&style 2016


Lasciaci un commento