LIFE STYLE

LA MANDRIA: RIAPRONO LE STANZE DEL RE

Articolo pubblicato il 1 Giugno 2016

Riaprono al pubblico, dopo il restauro, gli appartamenti reali del Castello della Mandria, residenza del primo Re d’Italia, Vittorio Emanuele II, e della sua compagna, Rosa Vercellana, contessa di Mirafiori e Fontanafredda, meglio nota come la “Bela Rosin”. Restaurati dalla Regione Piemonte con 500.000 euro di fondi europei, in 20 sale aperte al pubblico, è possibile ammirare il frutto del lavoro di 30 restauratori specializzati che hanno messo mano a oltre 100 capolavori d’arte, 1.200 mq di superfici decorate, 60 arredi, 130 mq di tessuti preziosi e 80 mq di finissime carte da parati.
“È un altro tassello prezioso del circuito delle Residenze Sabaude – ha commentato Antonella Parigi, assessore alla Cultura della Regione Piemonte – nel solco di un’offerta integrata tra il Castello de La Mandria e la Reggia di Venaria”.

© [UNICO] people&style 2016

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedInEmail this to someone

© [UNICO] people&style 2016