Ti trovi qui

CORPO

Il riconoscimento giuridico del Naturopata

Figura riconosciuta in Italia e nel mondo?

Alternative Medicine icons set. Naturopathy sign. Vector

Articolo pubblicato il 8 luglio 2019

La Naturopatia è regolamentata in quasi tutti i Paesi europei e in tutto il mondo, ma in Italia siamo indietro da questo punto di vista.
Fin dal 1978, con la dichiarazione di Alma Alta ed ulteriori pubblicazioni come “Benchmarks for training in Naturopathy” del 2010, la massima autorità a livello mondiale della salute (O.M.S.) ha riconosciuto le CAM (complementary and alternative medicines), quali attività che perseguono finalità salutistiche terapeutiche attraverso metodi alternativi e complementari non invasivi e di supporto alla medicina ufficiale, tra le quali troviamo anche la Naturopatia.

Il Parlamento europeo, nel 1997, chiede alla Commissione europea, “di impegnarsi in un processo di riconoscimento delle medicine “non convenzionali”, con uno Statuto dedicato, che riconosce e definisce le nuove pratiche diagnostiche e terapeutiche ormai affermatesi in Europa.
Nel 1999, il Consiglio d’Europa sollecita gli Stati a garantire il riconoscimento delle medicine non convenzionali e delle scuole professionali, successivamente con la direttiva del 2005 n.36, sancisce la libera circolazione delle professioni nei Paesi europei, aprendo una possibile via di sviluppo e riconoscimento in Europa delle medicine non convenzionali.
Purtroppo le direttive europee non vengono recepite allo stesso modo in tutti gli stati membri, per questo in Europa le politiche nazionali in materia di naturopatia danno luogo a legislazioni differenti.

In Italia non è un figura professionale giuridicamente normata, anche se c’è stato un impegno importante da parte dei legislatori regionali, le istituzioni comunitarie e il governo italiano. Esistono delle normative regionali in Lombardia, Toscana, Emilia Romagna e Liguria; l’ultima proposta di legge nel nostro Paese in materia di regolamentazione della figura di operatore sanitario naturopata è del 3 maggio 2010 n.2152 ed è ancora a livello di bozza di legge.

Questo non vuol dire che ci si possa improvvisare naturopati, il percorso formativo prevede minimo 3 anni di formazione.

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedInEmail this to someone

© [UNICO] people&style 2019


Lasciaci un commento