Ti trovi qui

MANDALA

I mandala del tempo

Viaggio al centro del Mandala

Fragment of the Mayan symbolic sun carved on the stone

Articolo pubblicato il 12 novembre 2019

LA PIEDRA DEL SOL

Per molti è noto come “Calendario Maya” ma in realtà questo monolite azteco non è solo un calendario, contiene un’infinità di simboli, significati ed informazioni che hanno richiesto anni di studi per poterne comprendere la complessità. Un meraviglioso mandala di basalto di circa 3,6 metri di diametro e 25 tonnellate di peso – scolpito tra il 1469 ed il 1481 dall’artista Técpatl – che racchiude elementi legati alla cosmologia e alla teologia azteca.

Al centro troviamo la testa di una divinità, Tonatiuh, dio del Sole. Nel cerchio successivo i quattro Soli delle creazione e della distruzione e poi i pittogrammi del calendario sacro(che durava 260 giorni) e del calendario solare (365 giorni divisi in 18 mesi da 20 giorni più 5 giorni detti “giorni del nulla”). Questo splendido mandala si chiude con un quinto cerchio dove troviamo due enormi serpenti, divisi in sezioni che rappresentano 52 anni (durata del secolo azteco). Ogni volta che si concludeva un ciclo di 52 anni – che corrispondeva all’inizio dell’anno solare con quello sacro – si svolgeva la cerimonia del Fuoco Nuovo.

IL TEMPO DEI CELTI

RGB base

Anticamente molti popoli avevano una concezione di vita più olistica della nostra, si sentivano parte costituente dell’universo ed era per loro naturale considerarsi connessi al Tutto. Attraverso l’osservazione del ciclo lunare o quello delle stagioni, in determinati momenti venivano celebrati feste e riti affinché si potessero rafforzare i collegamenti energetici tra Terra e Cielo.

Nasce così la “Ruota dell’Anno” considerata una sorta di calendario per rappresentare il ciclo delle stagioni ma anche il susseguirsi del tempo e delle varie fasi della vita. La ruota si suddivide in otto periodi della durata di 45 giorni ciascuno, al termine dei quali vi era un giorno di festa e di rituali. Tutto poteva essere la fine ma rappresentare anche l’inizio in un susseguirsi di eventi che scandivano il tempo attraverso la ciclicità delle stagioni. La “Ruota dell’Anno” possiamo definirla uno splendido mandala senza inizio e senza fine.

Fonte:
http://puntodincontro.mx/articoli2014/viaggi28072014.htm
https://it.wikipedia.org/wiki/Piedra_del_Sol
http://www.celtical.it/2014/11/la-ruota-dellanno-celtico.html

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedInEmail this to someone

© [UNICO] people&style 2019


Lasciaci un commento