Ti trovi qui

CORPO

Detox

Come?

closeup of a label-shaped chalkboard with the text time to detox written in it, placed on the branch of a pine tree

Articolo pubblicato il 3 febbraio 2020

La detossificazione rappresenta una forma di cura utile sia a livello preventivo che di riequilibrio. Va eseguita con conoscenza e diligenza, con consigli ma anche con preparati personalizzati.

Il drenaggio consiste in una stimolazione lieve e prolungata nel tempo degli organi emuntori, per favorire l’eliminazione di tossine o residui catabolici che si accumulano nell’organismo, ripristinando l’omeostasi interna, in conseguenza ad abusi nell’alimentazione, assunzione di farmaci ed all’inquinamento atmosferico. Il drenaggio elimina i metaboliti che si liberano dal continuo ricambio cellulare, svolgendo un’azione stimolante sul Sistema Reticolo Endoteliale, deputato a fagocitare e neutralizzare tossine e sostanze estranee all’organismo umano.

b7e24d1b-a43f-4eaf-bea9-de5a9457aa31

Gli emuntori sono gli organi che consentono il mantenimento dell’omeostasi corporea, ossia l’equilibrio acido-basico dei liquidi organici, intra ed extra cellulari, deputati all’eliminazione dei materiali di rifiuto dell’organismo.
Sono rappresentati dai seguenti organi, visceri e tessuti:
1) Reni e vie urinarie
2) Fegato e vie biliari
3) Intestino
4) Polmoni e mucose
5) Pelle, ghiandole sudoripare e sebacee.

Gli emuntori si definiscono principali o secondari.
Emuntori principali sono: fegato, cistifellea, intestini, pelle e ghiandole sebacee, (eliminazione di scarti mucolitici); rene e ghiandole sudorifere (eliminazione di scarti acidosi).
Emuntori secondari sono: le vie respiratorie, le mucose dell’apparato ORL, il polmone e nella donna la mucosa uterina.

Nei trattamenti di drenaggio viene stimolato il sistema linfatico, che è deputato alla mobilizzazione delle tossine accumulate a livello del tessuto connettivo, che delimita gli spazi intercellulari, dove vengono “scaricate” in prima istanza le tossine che si formano all’interno delle cellule.

Quando i nostri organi emuntori funzionano in uno stato ottimale, le tossine prodotte vengono adeguatamente eliminate, e l’organismo si mantiene in uno stato di equilibrio e salute.
Secondo questa visione, gli squilibri sono l’espressione della lotta che l’organismo compie per neutralizzare ed espellere le tossine accumulate a livello intracelleulare ed extracelleulare e nel distretto linfatico, ai fini della regolazione e mantenimento dell’omeostasi dei liquidi organici.

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedInEmail this to someone

© [UNICO] people&style 2020


Lasciaci un commento