Ti trovi qui

ESSERCI

Correre “fa del bene”

Airport Run per la ricerca contro il cancro.

Correre “fa del bene”

Articolo pubblicato il 10 settembre 2014

La prima Airport Run d’Italia, che si è corsa domenica 7 settembre sulla pista dell’Aeroporto di Cuneo Levaldigi, ha registrato un enorme successo e si pensa già alla prossima edizione del 2015.
Oltre 1.000 i partecipanti per un ricavato di quasi 25.000 euro, che verranno devoluti alla Fondazione Piemontese per la Ricerca sul Cancro Onlus, la quale, a sua volta, sostiene l’Istituto di Candiolo.
“È stata una giornata di sport, di festa, di allegria, ma anche di solidarietà – ha commentato Fabio Spagnuolo, responsabile marketing e fundrasing della Fondazione – che ci ha consentito di raccogliere fondi per l’Istituto di Candiolo. La grandissima partecipazione di podisti e di pubblico dimostra e conferma ancora una volta che la gente crede nelle attività di ricerca e di cura del nostro centro tumori.
La corsa benefica è stata organizzata interamente dai nostri volontari con il sostegno della Fondazione ‘La Stampa – Specchio dei Tempi’. Non ci sono stati sprechi e nessun centesimo è stato buttato, come in tutte le nostre iniziative.
Un ringraziamento – conclude Spagnuolo – alla società di gestione dello scalo di Cuneo, la GEAC, in particolare all’ad Pepino e al presidente Viriglio, alla Polizia di Frontiera, alla Prefettura e alla Questura di Cuneo, per aver collaborato alla riuscita dell’evento”.
La Fondazione “Specchio dei Tempi” ha donato qualche settimana fa all’Istituto di Candiolo una nuovissima risonanza magnetica di ultima generazione della General Electric, che consentirà diagnosi più precise favorendo cure più efficaci contro il cancro.

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedInEmail this to someone

© [UNICO] people&style 2014


Lasciaci un commento