Ti trovi qui

AMICI ANIMALI

Come avvicinarsi ad un cane

La giusta comunicazione (seconda parte)

come non salutare un cane

Articolo pubblicato il 26 marzo 2020

Prima di tutto dobbiamo porci alcune domande:
“E’ proprio necessario che vada a toccare questo cane?” e “Signora/re posso avvicinarmi al suo cane?”
Secondo, ascoltiamo le risposte specie quelle del responsabile, non rispondere “a me piacciono molto i cani” e poi fare di testa propria.

Per quanto mi riguarda sono fortunata, andando in giro con un Pastore Tedesco di 40 Kg, che nonostante abbia un’aria buona, fa la sua figura, tutto questo si riduce ad un sorriso e una frase del tipo: “Bel cane, complimenti” ed io ringrazio sorridente.

Pensiamo innanzi tutto che il cane è un essere vivente, con il suo carattere, il suo percorso di vita; poi pensiamo a noi, ci farebbe piacere se ogni sconosciuto che incontriamo per strada venisse a toccarci?
Se ricordate nell’articolo precedente abbiamo parlato di prossemica e che la zona più vicina al cane viene definita intima, poi seguono: personale, sociale e pubblica.
Se alla domanda sopra ci viene risposto “SI”, non ci fiondiamo sul cane e gli assestiamo due belle pacche sulla testa andando diretti nella sua zona intima, diamogli bensì la possibilità di conoscerci nella sua zona pubblica.

Come si fa? Rimanendo alla giusta distanza di lato e senza entrare in contatto visivo in modo da permettere al cane , se lo vorrà, di venire ad annusare la nostra mano che avremo avuto cura di allungare leggermente in avanti, dandogli il tempo di conoscerci.
Se il cane rimane li, è rilassato, scodinzola, da comunque segnali di essere a proprio agio ci possiamo spingere a dargli una grattatina in più; se poi sarà il cane a chiederci di più gli faremo qualche coccola.

Se il cane non si avvicina, o si avvicina, ma poi si ritrae, o si tende o ci abbaia, oppure tutte le ipotesi insieme, facciamo un passo indietro, lasciamogli il suo spazio e la sua tranquillità.
Stessa cosa, ci annusa e poi va a sedersi o a mettersi a terra vicino al suo proprietario, lasciamolo tranquillo.
Questi comportamenti renderanno felici sia il cane che il suo responsabile!

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedInEmail this to someone

© [UNICO] people&style 2020


Lasciaci un commento