Una vita da reality

Una vita da reality

Una vita da reality, sotto i riflettori dei social e dietro le quinte dei VIP. Cavaliere del Re, ma anche della Repubblica. Giornalista di gossip e scrittore per beneficenza. È appena uscito La vacanza italiana, suo secondo romanzo, nonché nono libro. Ma chi è davvero Gian Maria Aliberti Gerbotto? Per la prima volta, non è lui a fare le domande, ma a rispondere. Gian Maria, la tua vita su Facebook è un susseguirsi di castelli, vip, gite in barca e belle donne… Ma cosa vorresti fare da grande? Iniziamo bene!…

Il Nilo all’ombra delle Alpi

Il Nilo all’ombra delle Alpi

Jean François Champollion (1790-1832), il primo decifratore dei geroglifici egizi, ebbe a dire: “La strada per Menfi e Tebe passa per Torino”. Aveva appena raggiunto la capitale subalpina e catalogato – sia pure con qualche disaccordo con l’allora direttore, Giulio Cordero di San Quintino – la Collezione “Dovetti”, acquistata per la quasi simbolica cifra di 4.000 lire da Re Carlo Felice, la quale costituisce il nucleo originario del Regio Museo di Antichità Egizie insediato nel Palazzo dell’Accademia delle Scienze. L’insieme delle opere che Dovetti, console di Francia in Egitto in epoca napoleonica, aveva raccolto era composta da oltre 5.000 reperti tra statue, papiri,…

Fondazione Crc, ok alla fusione

Fondazione Crc, ok alla fusione

La Fondazione CRC ha dato il via libera all’accordo per la cessione al Gruppo UBI della propria partecipazione in Banca Regionale Europea. Il Consiglio Generale ha dato mandato, all’unanimità, al presidente Giandomenico Genta di votare a favore della trasformazione in banca unica nell’assemblea di UBI Banca e di BRE Banca. L’accordo prevede, in cambio della quota minoritaria del 24,9% di BRE Banca, che la Fondazione CRC ottenga 120 milioni di euro in cassa e un numero di azioni che la porteranno a essere il primo azionista, in assoluto, del Gruppo UBI. La Fondazione CRC…

Un cembro per il Monviso

Un cembro per il Monviso

Un pino cembro di 500 anni si candida ad albero simbolo del parco del Monviso. Individuato nel bosco dell’Alevè dai tecnici dell’Ipla (Istituto per le piante da legno e l’ambiente), in collaborazione con i guardiaparco, presenta caratteristiche ideali per essere iscritto nell’elenco regionale degli alberi monumentali. Il pino si trova nei pressi del Lago Bagnour, in Valle Varaita, nel Cuneese, a quota 2.010 metri, nella zona più antica del bosco, circondato da altri esemplari ultracentenari di cembri. Misura 360 centimetri di circonferenza ed è alto 18 metri. Il bosco dell’Alevè, la più grande cembrata in Europa, risulta iscritto…

“Sboccia” in Italia il canto di Cuba

“Sboccia” in Italia il canto di Cuba

La musica. L’amore per la musica. È stata la musica a portarla in Italia. E lei ne è orgogliosa. Nitza Rizo Polo, cubana, classe 1969. Un talento naturale coltivato con determinazione e impegno in anni di studio. E la perfezione lei la ricerca perché, in questa disciplina, avvicinarsene è garanzia di riuscita. La sua voce, unita all’interpretazione, regala Cuba: i colori, i paesaggi, il mare, la gente, il ritmo. Nitza ha in sé il potenziale di offrire queste sensazioni. Dal 2009 è docente al Sermig di Torino; nel 2013 ha inciso Simple e di recente ha collaborato all’ultima fatica di…

“Il re dell’uvetta”

“Il re dell’uvetta”

Fredrik Sjöberg Ed. Iperborea Età: adulti Dopo L’arte di collezionare le mosche, Sjöberg sceglie la vita singolare e avventurosa di Gustav Eisen (1847-1940) come nuovo spunto di racconto. Scienziato naturale svedese, Eisen fu uno straordinario coltivatore di uva sultanina, fu amico di Charles Darwin e nel XIX secolo insegnò pittura a Strindberg. Un romanzo che è allo stesso tempo un racconto di viaggio, un libro di meditazione filosofica, un trattato di storia naturale, una raccolta di aneddoti affabulatori e un libello umoristico. Tutti noi partiamo per lunghi viaggi che si rivelano pieni di delusioni, ma anche i terremoti, o quelle che sono…

Dedicato a lei, moda e arte

Dedicato a lei, moda e arte

UN PESCE INTRAPPOLATO Il 24 settembre ha aperto la mostra Un pesce in una biglia, ideata e curata da Maria Elena Piferi, presidente dell’Associazione culturale “Donna Olimpia” Onlus, e allestita nelle Scuderie del Palazzo dei Papi di Viterbo, in collaborazione con la Curia Vescovile e con la Viterbese Castrense di Piero Camilli a fare da main sponsor. Numerosi i patrocini (tra questi: il Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo, la Regione Lazio, il Provveditorato agli Studi di Viterbo) e i partner, tra cui l’Osservatorio Nazionale Permanente sulla Sicurezza (ONPS). L’onore di tagliare il nastro è andato alla grande…

Dalle pendici dei monti al mare

Dalle pendici dei monti al mare

DUE ARTISTI “GIROVAGHI” Un capitolo di grande interesse sugli episodi d’arte tardogotica e rinascimentale è quello che riguarda i fratelli Tommaso e Matteo Biazaci, pittori itineranti nativi di Busca (CN) che a partire dalla seconda metà del XV secolo svolsero l’attività di frescanti in gran parte delle vallate cuneesi (Varaita, Maira e Grana) e, successivamente al 1474, in alcune località del ponente ligure quali Montegrazie, Piani di Imperia e Diano Castello. Come per la maggior parte degli artisti “girovaghi” di quel periodo, anche sui Biazaci aleggia una buona dose di incertezza: qual è la geografia dei loro spostamenti? Quali sono i cicli…

In Piemonte, pioggia di stelle Michelin

In Piemonte, pioggia di stelle Michelin

Sono 39 i ristoranti stellati del Piemonte nell’edizione 2017 della Guida Michelin, presentata a Parma. Nell’eccellenza, con tre stelle, si conferma Piazza Duomo di Alba, guidato dallo chef Enrico Crippa; quattro locali si fregiano di due stelle, l’Antica Corona Reale di Cervere (Cuneo), Al Sorriso a Soriso (Novara), Il Piccolo Lago a Mergozzo (Verbania) e Villa Crespi a Orta San Giulio (Novara). Con una stella ne figurano 34 dei quali 4 sono new entry: tre nella provincia di Cuneo, Da Francesco a Cherasco, La Madernassa a Guarene e 21.9 a Piobesi d’Alba, in provincia di Torino Zappatori a Pinerolo.

Bocuse d’Or 2018, la finale a Torino

Bocuse d’Or 2018, la finale a Torino

Torino e il Piemonte si confermano capitali internazionali del gusto, dopo la candidatura inviata a settembre, è arrivata l’assegnazione della finale europea del Bocuse d’Or dell’11 e 12 giugno 2018. La città sabauda, quindi, ospiterà la prossima edizione del più importante e celebrato premio di alta cucina, vero e proprio campionato del Mondo del settore. Il Bocuse d’Or prende il nome dal suo ideatore, il francese Paul Bocuse, oggi novantenne, fra i più grandi chef del XX secolo (3 stelle Michelin per cinquant’anni con il suo ristorante, a Collonges-au-Mont-d’Or). Lanciato nel 1987, il concorso biennale propone un format ancor oggi rivoluzionario per…