AMICI ANIMALI

Aiuto! Ho chiuso il mio cane in gabbia!

Il kennel, questo sconosciuto. La sua diversa percezione tra uomo e cane.

Articolo pubblicato il 31 Ottobre 2019

Alla domanda: “Avete un kennel?” quasi sempre segue questa risposta: “ ???!!???”.
Il kennel non è altro che un trasportino, che può essere di plastica rigida, in griglia di metallo o morbido in tessuto.

Spesso i proprietari lo vedono come una gabbia, giustamente, perché è questo che gli occhi e la mente umana percepiscono; ma diverso è il punto di vista del cane.
Visto che il primo è quello conosciuto, proviamo a scoprire insieme il secondo.

Per il cane il kennel ricalca la tana, quel posto sicuro dove rifugiarsi, dove dormire e, perché no, da dove osservare il mondo in tutta tranquillità.
Questo non vuol dire che siamo autorizzati a lasciare tutto il giorno il cane chiuso in un kennel, ma abituarlo fin da piccolo o da quando viene a vivere con noi, che è un buon posto dove stare e riposare sarà di aiuto a noi nella gestione quotidiana e sarà per il cane un isola di tranquillità e sicurezza. Pensate alla sua utilità in caso di una degenza del cane che richiede poca mobilità e
tranquillità.

A1+V+a3G6vL._SL1500_

E’ importante scegliere bene dove metterlo, possibilmente in un luogo che sia tranquillo, quindi non
di passaggio, ma che non lo isoli dalla vita famigliare, come sarà importante scegliere quello della giusta misura e del giusto materiale a seconda dell’uso che ne faremo; come altrettanto importante l’utilizzo in auto, per una questione di sicurezza del cane.

Per esperienza personale, vi posso dire che i mie cani lo hanno sempre amato, mi ricordo ancora di Ega, se mettevi giù il kennel dell’auto, si piazzava davanti e finché non lo aprivi non era soddisfatto, così poteva entrare e stare li tranquillo a riposare o a osservare quello che accadeva attorno a lui. Argo si comporta nello stesso modo, in queste occasioni lascio lo sportello aperto.
Con entrambi abbiamo viaggiato parecchio e il kennel in ogni occasione è sempre stato un porto sicuro per entrambi.

Sostituiamo nella nostra mente la visione kennel-prigione con la visione kennel-tana. Questo sarà il primo passo per far vivere nel giusto modo l’esperienza del kennel al nostro amico.

A presto!

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedInEmail this to someone

© [UNICO] people&style 2019